Scaduto

L’Agenzia Esecutiva per le Piccole e Medie Imprese (EASME) della Commissione europea ha pubblicato un invito a presentare proposte nell’ambito del programma European Maritime and Fisheries Fund, dal titolo Maritime Spatial Planning (MSP) 2019.

OBIETTIVI, TEMI DI RICERCA E TIPI DI AZIONE FINANZIATI
L’obiettivo del presente invito è supportare la creazione e l’implementazione di Maritime Spatial Plans in linea con la direttiva 2014/89/EU27.

Le proposte devono essere relative alle seguenti priorità:

  • Supportare il lavoro delle autorità nazionali competenti e/o gli enti interministeriali a stabilire e adottare maritime spatial plans;
  • Dove rilevante, supportare lo sviluppo di azioni di cooperazione transfrontaliera tra Stati Membri e Paesi Terzi in materia di MSP, in modo da assicurare che i piani per lo spazio marittimo siano coordinati e coerenti nelle regioni marine coinvolte;
  • Fare uso dei migliori dati disponibili e organizzare la condivisione delle informazioni, necessarie per la pianificazione degli spazi marittimi, usando meccanismi e strumenti di rilievo (ad es. INSPIRE, EMODNet, etc.)

Per la descrizione dettagliata delle attività si invitano gli interessati a consultare il testo completo della call.

BUDGET
Il budget indicativo stanziato per il presente bando è di 3 milioni di euro. Il contributo comunitario finanzia fino all’80% dei costi diretti eleggibili. I costi indiretti sono rimborsati forfettariamente nella misura del 7% dei costi diretti totali eleggibili. L’EASME prevede di finanziare 2/3 proposte tra quelle pervenute.

DESTINATARI E PARTENARIATO
Possono presentare proposte le autorità competenti in tema MSP negli Stati Membri costieri coinvolti nelle aree geografiche interessate dalle proposte; le organizzazioni internazionali, regionali o intergovernamentali, incluse le convenzioni marine regionali (ad es. Unione per il Mediterraneo, UNEP MAP, etc); università, centri di ricerca pubblici e privati, imprese e altre persone giuridiche possono partecipare previo ottenimento del consenso da parte dell’Autorità Competente del proprio Paese di appartenenza.
Per le proposte che prevedono di estendere le attività in acque fuori dal territorio dell’Unione, eventuali membri del consorzio devono appartenere ad uno dei seguenti Paesi non-EU: Algeria, Albania, Bosnia e Erzegovina, Egitto, Israele, Libano, Mauritania, Monaco, Montenero, Marocco, Palestina, Tunisia e Turchia.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
La presentazione delle proposte è esclusivamente elettronica tramite il Funding and Tenders Portal.



Informazioni e contatti

Data pubblicazione:
Data di scadenza:
Contatti:
apreliguria@unige.it