Scaduto

È stato pubblicato il bando Smart Solutions for Ageing Well nell’ambito del Programma AAL (Active and Assisted Living), istituito dall’articolo 185 del Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea.
L’obiettivo del Programma AAL è fornire soluzioni ICT per la creazione di prodotti, sistemi e servizi innovativi che possano migliorare la vita degli anziani in termini di autonomia, partecipazione alla vita sociale, aumento delle skills e inserimento nel mondo del lavoro, che favoriscano la sostenibilità dei sistemi di assistenza sanitaria e di lunga degenza e che contribuiscano a rafforzare la base industriale.

Temi di ricerca
La call 2019 supporta soluzioni ICT in qualsiasi ambito di applicazione del Programma AAL. Le soluzioni devono prevedere un forte coinvolgimento degli utilizzatori finali, soprattutto secondari e terziari (le persone a diretto contatto con gli anziani, i quali rappresentano gli end-users primari, e le istituzioni pubbliche o private, che pur non avendo un contatto diretto con gli anziani contribuiscono a organizzare, supportare finanziariamente o rendere possibili le loro attività).

Attività ammissibili, budget e contributo, durata
Il presente invito supporta due tipologie di azione:

* collaborative projects
Le proposte presentate devono includere un forte business plan e prevedere l’introduzione di un prodotto nel mercato entro due anni dalla fine del progetto (TRL 5-8). I progetti devono dimostrare un forte coinvolgimento di industrie e partner commerciali (minimo il 50% dell’effort calcolato in mesi uomo). I progetti devono avere una durata compresa tra i 18 e i 36 mesi, con un finanziamento massimo di 2.5 milioni di euro per progetto.

* small collaborative projects
Gli small collaborative project devono esplorare nuove idee e nuovi approcci che conducano a future collaborazioni per lo sviluppo di soluzioni ICT per il miglioramento della vita degli anziani. È necessario un forte coinvolgimento di tutti gli stakeholders e delle organizzazioni di end-users. I progetti devono avere una durata compresa tra i 6 e i 9 mesi, con un finanziamento massimo di 300.000 euro per progetto.

Per i partecipanti italiani gli enti finanziatori sono tre:
-MIUR – mette a disposizione un budget poco superiore a 0.5 milioni di euro, a cui si sommano ulteriori 0.4 milioni di euro circa messi a disposizione per l’Italia dalla Commissione Europea. Il finanziamento massimo erogato per i partecipanti italiani non può superare i 250.000. Il MIUR finanzia esclusivamente i Collaborative Projects. Il contributo per le Università copre il 50% dei costi eleggibili per attività di ricerca industriale e il 25% dei costi eleggibili per attività di ricerca sperimentale. Sono considerati costi eleggibili le spese per personale, equipment, servizi di consulenza o equivalenti e consumables. I costi indiretti sono calcolati forfettariamente come una percentuale dei costi di personale non superiore al 50% di tale voce. Le spese per viaggi, disseminazione e coordinamento devono essere fatte rientrare nei costi indiretti.
Possono richiedere finanziamento al MIUR le università, le imprese, gli enti o le organizzazioni di ricerca pubblici o privati.

-MOH - mette a disposizione un budget pari a 1 milione di euro. Il finanziamento massimo erogato per i partecipanti italiani non può superare i 250.000.
Il MOH finanzia proposte presentate da Istituti Scientifici di Ricerca, IRCCS e dall’Istituto Superiore della Sanità. Le università, i Centri di Ricerca e le SME sono escluse dal finanziamento.

-Friuli Venezia Giulia -  finanzia esclusivamente Università, Centri di Ricerca e SME che abbiano sede sul suolo regionale, secondo le modalità definite dal proprio regolamento

Partenariato
Verranno finanziati consorzi composti da almeno tre enti indipendenti di tre differenti Stati aderenti al Programma (elenco completo) . Il consorzio deve obbligatoriamente includere un partner commerciale “for-profit”, una SME (che potrebbe coincidere anche con il partner commerciale) e almeno una organizzazione di end-users.

Presentazione delle proposte
La presentazione delle proposte prevede una doppia istruttoria, europea e nazionale, entrambe obbligatorie.

-Istruttoria Europea: la proposta deve essere inviata elettronicamente mediante il sistema di sottomissione on line entro la scadenza del 24 maggio 2019, ore 17.00 CET:

-Istruttoria nazionale:
o MIUR: è necessario compilare la domanda on line entro il 24 maggio 2019;
o MOH: è necessario compilare e spedire al Ministero della Salute il pre-eligibility check form almeno 10 giorni prima della scadenza del bando per una verifica dell’eleggibilità;
o Regione Friuli Venezia Giulia: istruttoria in via di definizione.

Maggiori informazioni sul bando di prossima apertura sono disponibili sul sito del Programma.


Informazioni e contatti

Data pubblicazione:
Data di scadenza:
Contatti:
apreliguria@unige.it