Research News 3/2020

Sportello APRE Liguria

APRE Liguria RESEARCH NEWS 3/2020

 

PUBBLICAZIONE NUOVI BANDI


Horizon 2020 – Bando: Fast Track to Innovation Pilot - FTI
Scadenze: varie, la prima 9 Giugno 2020
E' aperto l’invito a presentare proposte nell’ambito della misura Fast Track to Innovation Pilot-FTI, trasversale a tutte le priorità tematiche di Horizon 2020 e aperto a qualunque ambito disciplinare.
Questo schema di finanziamento intende ridurre il tempo fra l’idea e il suo sviluppo sul mercato e aumentare la partecipazione ad Horizon 2020 da parte delle industrie, soprattutto di quelle che non hanno mai partecipato al Programma (cd. first time applicants).
FTI ha come obiettivo nuove tecnologie, concepts, processi e business models di natura ground-breaking e relativamente maturi che necessitino di uno sviluppo finale per dare forma ad un nuovo mercato e raggiungere una più ampia distribuzione.

JTI Clean Sky 2
Scadenza: 28 Aprile 2020
Codice identificativo: H2020-JTI-CLEANSKY-2020-2021
È aperto l'invito a presentare proposte per progetti di ricerca e sviluppo tecnologico nell’ambito della Clean Sky 2 Joint Technology Initiative. La JTI Clean Sky 2 è un partenariato pubblico-privato tra Commissione europea e settore industriale, le cui attività vengono implementate dalla relativa Impresa Comune (JU-Joint Undertaking Clean Sky), creata con decisione del Consiglio europeo del 6 maggio 2014, al fine di accelerare lo sviluppo di nuove di tecnologie pulite per il trasporto aereo tramite la ricerca, lo sviluppo, l’integrazione e la dimostrazione.
Il bando JTI Clean Sky 2020 finanzia azioni di ricerca e innovazione (RIA) ed azioni di innovazione (IA) , con riferimento a 36 diversi temi, riportati nel bando.


H2020 - Joint Technology Initiative (JTI) SESAR 2020 (VLD 2)

Scadenza: 29 Aprile 2020
Codice identificativo: H2020-SESAR-2020-1
E' aperto il bando SESAR VLD 2, Impresa comune per la gestione del traffico aereo. SESAR è il partenariato pubblico-privato (PPP) Single European Sky ATM Research 2020 dedicato all'attuazione del piano generale ATM europeo per la realizzazione di specifiche attività finalizzate a sviluppare il nuovo sistema di gestione del traffico aereo in grado di garantire la sicurezza e la fluidità del trasporto aereo in Europa.
Il bando SESAR VLD 2 finanzia azioni di ricerca e innovazione (RIA) ed  azioni di innovazione (IA) con riferimento a 4 diversi temi di ricerca:

  • SESAR-VLD2-01-2020 (IA): Optimised use of Airspace   
  • SESAR-VLD2-02-2020 (IA): Integrated Trajectory Management
  • SESAR-VLD2-03-2020 (IA): U-space capabilities and services to enable Urban Air Mobility
  • SESAR-VLD2-04-2020 (IA): Environmental sustainability  

H2020 – SC3 - Secure, clean and efficient energy
Scadenza:
10 settembre 2020
Sono stati pubblicati 10 topic della call Building a low-carbon, climate resilient future: secure, clean and efficient energy relativi al programma Secure, clean and efficient energy, nell’ambito del pilastro delle Sfide Sociali di H2020. Con l'occasione, per completezza, si riportano in calce anche i topic di prossima scadenza pubblicati precedentemente e i topic previsti per maggio.
Nell’ambito dei bandi aperti è possibile presentare progetti in diverse aree tematiche, tra le quali ad esempio: conversione della CO2; nuova generazione di valutazione e certificazione delle prestazioni energetiche; recupero di calore/freddo dai rifiuti industriali; ristrutturazione degli edifici; servizi integrati di ristrutturazione della casa; capacity building per audit energetici; sostegno alle autorità pubbliche per attuare l'Unione dell'energia; mitigare la povertà energetica delle famiglie; ruolo dei consumatori nel cambiare il mercato; abilitare la prossima generazione di servizi intelligenti che integrino l'efficienza energetica.

BANDI IN SCADENZA


CE – Bando PRIMA 2020
Scadenze: varie, la prima il 13 aprile 2020 (pre-proposals per Section 1)
L’iniziativa di ricerca PRIMA – Partnership for Research and Innovation in the Mediterranean Area ha pubblicato il nuovo bando. PRIMA è un’iniziativa di ricerca e innovazione implementata tramite l’art. 185 del TFUE, che coinvolge sia Paesi UE che extra UE del bacino del Mediterraneo, con l’obiettivo di trovare soluzioni innovative comuni nel settore idrico e agroalimentare, dell’Area del Mediterraneo, rendendoli più efficienti e contribuendo così a risolvere i problemi più gravi che attualmente si riscontrano nel settore dell'alimentazione, della salute, del benessere e della migrazione.
Con un budget di oltre 500 milioni di euro in 10 anni (220 dalla Commissione europea nell’ambito di H2020, 274 milioni dai 19 Paesi partecipanti), PRIMA costituisce uno strumento che, oltre a supportare la ricerca e l’innovazione, promuove il dialogo e la cooperazione fra i Paesi euro-mediterranei per uno sviluppo economico e sociale sostenibile e duraturo nel tempo.
AREE TEMATICHE:
1) Water Management
Topic 1.1.1-2020 (IA) Implementing sustainable, integrated management of water resources in the Mediterranean, under climate change conditions (Section 1)
Topic 2.1.1 (RIA) Low cost, lean solutions for enhancing irrigation efficiency of small-scale farms (Section 2)
2) Farming Systems
Topic 1.2.1-2020 Genetic conservation and animal feeds - Sub-topic A) Conservation and valorization of local Animal Genetic Resources (RIA) and Sub-topic B) Alternative animal feeds (IA) (Section 1)
Topic 2.2.1 (RIA) Re-design the agro-livelihood systems to ensure resilience (Section 2)
3) Agro-Food Value Chain
Topic 1.3.1-2020 (IA) Valorising the health benefits of the Traditional Mediterranean food products (Section 1)
Topic 2.3.1 (RIA) New optimization models of the agro food supply chain system to fair price for consumers and reasonable profit share for farmers (Section 2)
NEXUS Theme: trasversale alle 3 aree tematiche sopra citate. Azioni rivolte a una miglior conoscenza delle interazioni fra le politiche di diversi settori attraverso il concetto ‘Water-Ecosystem-Food-(WEF) Nexus, in modo da massimizzare gli aspetti economici, evitare impatti negativi sia ambientali che a livello di salute, prevedere analisi di strategie e trade-off con lo scopo di promuovere lo sviluppo e la gestione di acqua, terre e risorse ad esse correlate in modo coordinato (Section 1)

CE – Programma REC Rights, Equality and Citizenship
Scadenza: varie, la prima 29 Aprile 2020
Sono aperti 2 inviti a presentare proposte nell’ambito del Programma finanziato dalla Commissione Europea per i diritti e l’uguaglianza della cittadinanza (Rights, Equality and Citizenship Programme- REC).
Il programma REC è finalizzato allo sviluppo di un'area comune in cui l'uguaglianza e i diritti delle persone, sanciti dal trattato, dalla Carta e dalle convenzioni internazionali sui diritti umani, siano promossi, protetti ed attuati efficacemente.
Nel seguito i bandi aperti:
•    Call for proposals to prevent and combat racism, xenophobia, homophobia and other forms of intolerance and to monitor, prevent and counter hate speech online
Codice identificativo: REC-RRAC-RACI-AG-2020 - scadenza 29 aprile 2020
Priorità 1. Prevenire e combattere il razzismo, la xenofobia e altre forme di intolleranza
Priorità 2. Monitorare e prevenire il fenomeno delle manifestazioni di odio online.
Priorità 3. Limitato alle sole autorità pubbliche: migliorare la lotta al razzismo, alla xenofobia e ad altre forme di intolleranza a livello nazionale, regionale e locale
•    Call for proposals on capacity-building in the area of rights of the child
Codice identificativo: REC-RCHI-PROF-AG-2020 - scadenza: 13 Maggio 2020
Priorità 1. Incrementare la consapevolezza e la conoscenza generale dei diritti dei minori tra i bambini e gli adolescenti, incluso il diritto di essere ascoltati e di poter esprimere la propria opinione su questioni che li riguardano.
Priorità 2. Progettare, testare, e valutare meccanismi di partecipazione dei bambini a livello locale.
Priorità 3. Valutare i quadri legislativi e politici nazionali per agevolare la partecipazione dei minori.

CE - AquaticPollutants 2020 Joint Transnational Call
Scadenza:
18 maggio 2020 (pre-proposte); 14 agosto 2020 (full proposte)
E’ stata pubblicata la call transnazionale congiunta tra JPI Water, JPI Oceans, JPI AMR e 26 Peasi, ERA-NET Cofund AquaticPollutants, dedicata al tema "Risks posed to human health and the environment by pollutants and pathogens present in water resources", inserita nel tema "Greening the economy in line with the Sustainable Development Goals (SDGs)", con l'obiettivo di rafforzare lo Spazio Europeo della Ricerca nel campo degli ecosistemi acquatici.
Il bando supporterà progetti di ricerca e innovazione che metteranno in atto approcci integrati e multisettoriali per la gestione di rischi, combinando le aree di ricerca relative ai "Contaminanti di preoccupazione emergente" (CECs), ai patogeni e alla resistenza antimicrobica.
Le proposte dovranno inserirsi in almeno una delle temetiche: Theme 1 – Measuring - Environmental behaviour of contaminants of emerging concern (CECs), pathogens and antimicrobial resistant bacteria in aquatic ecosystems; Theme 2 – Evaluating - Risk Assessment  and  Management  of contaminants  of  emerging  concern  (CECs), pathogens and antimicrobial resistant bacteria from aquatic ecosystems (inland, coastal and marine) to human health and environment; Theme 3 – Taking Actions - Strategies to reduce contaminants of emerging concern (CECs), pathogens and antimicrobial resistant bacteria in aquatic ecosystems (inland, coastal and marine).

CE – FCH JU – 2 - Impresa Comune “Idrogeno e Celle a combustibile”
Scadenza: 21 Aprile 2020
L’Impresa Comune “Idrogeno e Celle a combustibile 2” è un partenariato pubblico-privato finalizzato al finanziamento di progetti di ricerca volti ad accelerare l’introduzione sul mercato di tecnologie pulite ed efficienti nei settori dell’energia e dei trasporti. FCH JU 2 è parte integrante di Horizon 2020 e ne segue le regole e le modalità di partecipazione.
Per il bando 2020 il budget indicativo totale stanziato è di 93 milioni di euro.

CE – Justice Programme
Scadenza: varie la prima il 1 Aprile 2020
Il Programma Justice, finanziato dalla Commissione Europea, promuove la cooperazione giuridica sia in materia di diritto civile che di diritto penale, con lo scopo di contribuire allo sviluppo di una giustizia nell’area Europea basata sulla reciproca fiducia e su una formazione giuridica congiunta. 

  • JUST-JACC-AG-2020 - Call for proposals for action grants to support transnational projects to enhance rights of persons suspected or accused of crime and the rights of the victims of crime
    Scadenza bando: 15 Aprile 2020
    Budget: 3 milioni di euro
  • JUST-JACC-EJU-AG-2020 - Call for proposals for action grants to support national or transnational e-justice projects
    Scadenza bando: 7 maggio 2020
    Budget:2,8 milioni di euro
  • JUST-JCOO-AG-2020 Call for proposals for action grants to promote judicial cooperation in civil and criminal justice
    Scadenza bando: 7 maggio 2020
    Budget: 6,5 milioni di euro
  • JUST-JTRA-EJTR-AG-2020- Call for proposals for action grants to support transnational projects on training of justice professionals covering civil law, criminal law or fundamental rights
    Scadenza bando: 13 maggio 2020
    Budget: 5,350 milioni di Euro


CE – Union Civil Protection Mechanism (UCPM) - Full scale exercises

Scadenza: 14 maggio 2020 ore 17.00 CET
Il Direttorato Generale per la Protezione Civile Europea e le Operazioni di Aiuto Umanitario (DG ECHO) ha pubblicato il bando Union Civil Protection Mechanism full-scale exercises (UCPM), volto al rafforzamento della cooperazione tra gli Stati membri e il coordinamento nel campo della protezione civile al fine di migliorare l'efficacia dei sistemi di prevenzione, preparazione e risposta alle catastrofi, fornendo un ambiente di prova e un'opportunità di apprendimento per tutti gli attori coinvolti negli interventi di assistenza di protezione civile: un’esercitazione su vasta scala. I progetti di exercise dovranno quindi a progettare, pianificare, preparare, attuare, condurre e autovalutare diverse attività di protezione civile, compresa un’esercitazione su vasta scala in uno scenario multinazionale come evento principale del progetto.


CE – EACEA – EUROPE FOR CITIZENS 2020 - Società Civile
Scadenze: 1 Settembre 2020
Nell’ambito del Programma Europeo EUROPE FOR CITIZENS, finanziato dalla EACEA (cfr. EACEA-52/2019), sono aperte le call relative a Memoria Europea e a Società Civile.
La misura Società Civile supporta azioni promosse da partnership internazionali e reti con lo scopo di coinvolgere direttamente i cittadini nel processo di policy making, stimolando e organizzando la riflessione, il dibattito e le attività relative alle priorità multiannuali del Programma, al fine di proporre soluzioni concrete che possano essere attuate attraverso una stabile cooperazione internazionale a livello europeo.
Il contributo è calcolato sulla base di un sistema di finanziamento forfetario. Gli stessi parametri sono validi per tutti i paesi partecipanti.

EVENTI


Effective IP and Outreach Strategies Help Increase the Impact of Research and Innovation - webinar, 6 maggio 2020, 10:30-12:00
L'European IP Helpdesk organizza per il 6 maggio 2020 un webinar che analizzerà il ruolo della comunicazione, disseminazione e dello sfruttamento dei risultati al fine di massimizzarne l'impatto dei progetti nell'ambito del programma Horizon 2020. In particolare, l'evento affronterà l'importanza di questi tre concetti, illustrando le strategie di outreach ed exploitation migliori, tenendo conto del ruolo cruciale della gestione della proprietà intellettuale.

IP and Artificial Intelligence - webinar, 13 maggio 2020, 10:30-11:45
L'European IP Helpdesk organizza per il 13 maggio 2020 un webinar che ha l'obiettivo di fornrie una panoramica generale in materia di intelligenza artificiale (IA), machine learning e proprietà intellettuale.

 

APPROFONDIMENTI


Coronavirus response
La Commissione ha attivato un portale dedicato alla risposta europea al coronavirus che riporta il quadro completo dei provvedimenti europei e notizie che variano dall'interesse medico, a quello statistico, nonchè relativi al strumenti e risorse disponibili per insegnanti ed educatori.



APPUNTAMENTO CON L’OPEN SCIENCE


Coronavirus: l'importanza dell'Open Science

La tematica Open Access non è mai stata necessaria e urgente come in questi difficili giorni.
"Avere la possibilità di accedere a informazioni aggiornate e basate su dati il più possibile affidabili aiuta le nazioni a comprendere le probabilità di diffusione del virus in futuro", ha affermato Farrar, direttore di uno dei maggiori enti di ricerca internazionali, la Wellcome Trust.
In risposta alla crescente esigenza d’informazioni relative al Coronavirus e all'influenza COVID-19, alcuni dei maggiori editori scientifici a livello internazionale stanno mettendo a disposizione della comunità scientifica una serie di risorse e strumenti dedicati a operatori sanitari, ricercatori e studenti, attuando una politica di apertura dei contenuti pubblicati legati al tema, compresi quelli in precedenza accessibili solamente su sottoscrizione. Anche altri editori, indipendentemente dall'argomento, stanno aprendo i loro contenuti, per un periodo limitato di tempo, per consentire a tutti gli utenti la possibilità di accedervi anche in assenza di una sottoscrizione.

Gli esperti scientifici degli Stati Uniti e di altri 11 paesi, tra cui l'Italia, hanno firmato a inizio marzo 2020 un appello per la condivisione dei dati e dei risultati non solo in formato pdf – ovvero quello che normalmente si ottiene in cambio di costosi abbonamenti – ma in formato leggibile alle macchine, per permettere all’Intelligenza Artificiale di aiutare in una situazione di emergenza. Gli scienziati stanno condividendo tutto rapidamente (come risulta da diversi articoli, ad esempio Nature, CBC News, Wired) e altrettanto rapidamente la conoscenza sul virus progredisce grazie alla condivisione dei dati quali le sequenze del genoma del virus stesso (come si legge in questo altro pezzo del Washington Post) - Elena Giglia, Tech Economy 2030

A supporto di tutti coloro che sono attualmente impegnati nell’implementazione di studi clinici, la Commissione, di concerto con EMA - European Medicines Agency e HMA Head of Medicines Agencies ,ha pubblicato lo scorso 20 marzo la Guida alla gestione degli studi clinici durante la pandemia di COVID-19, che spiega come affrontare le criticità connesse allo sviluppo degli studi clinici al tempo del Coronavirus.

Si segnala anche l'appello lanciato dalla Fondazione Wellcome Trust in riferimento allo Statement on data sharing in public health emergencies del 2016 e alla condivisione dei dati della ricerca e degli aspetti inerenti all'emergenza coronavirus (COVID-19)