Research News 2/2020

Sportello APRE Liguria

APRE Liguria RESEARCH NEWS 2/2020

 

PUBBLICAZIONE NUOVI BANDI


IMI Call for proposals on the novel Coronavirus (IMI2 - Call 21)
Scadenza:
31 marzo 2020
La Innovative Medicine Initiative2 (IMI2), in seguito all'epidemia da Coronavirus COVID-19 sta preparando il lancio di una call specifica, con un budget di 45 M di euro.
La call si aprirà indicativamente il 3 marzo, con scadenza prevista per il 31 marzo e un processo di valutazione rapidissimo (entro il 15 aprile).
Il bando sarà essenzialmente mirato all'identificazione di nuovi agenti terapeutici (sia New Chemical Entities che derivanti da repurposing) e di sistemi diagnostici precoci efficaci e affidabili.
Le proposte dovranno rispondere ad almeno uno dei seguenti obiettivi (sono esclusi i vaccini):

  • Development of therapeutics to address a rapid response towards the current COVID-19 outbreak
  • Development of therapeutics to address the current and/or future coronaviruses outbreaks
  • Development of diagnostics, ensuring rapid evaluation of candidates based on existing technologies, to allow for fast case detection and surveillance
  • Development of fast and reliable detection of nCoV carriers and symptomatic individuals suspected of nCov infection.

CE – Bando PRIMA 2020
Scadenze: varie, la prima il 1 aprile 2020 (pre-proposals per Section 1)
L’iniziativa di ricerca PRIMA – Partnership for Research and Innovation in the Mediterranean Area ha pubblicato il nuovo bando. PRIMA è un’iniziativa di ricerca e innovazione implementata tramite l’art. 185 del TFUE, che coinvolge sia Paesi UE che extra UE del bacino del Mediterraneo, con l’obiettivo di trovare soluzioni innovative comuni nel settore idrico e agroalimentare, dell’Area del Mediterraneo, rendendoli più efficienti e contribuendo così a risolvere i problemi più gravi che attualmente si riscontrano nel settore dell'alimentazione, della salute, del benessere e della migrazione.
Con un budget di oltre 500 milioni di euro in 10 anni (220 dalla Commissione europea nell’ambito di H2020, 274 milioni dai 19 Paesi partecipanti), PRIMA costituisce uno strumento che, oltre a supportare la ricerca e l’innovazione, promuove il dialogo e la cooperazione fra i Paesi euro-mediterranei per uno sviluppo economico e sociale sostenibile e duraturo nel tempo.
AREE TEMATICHE:
1) Water Management
Topic 1.1.1-2020 (IA) Implementing sustainable, integrated management of water resources in the Mediterranean, under climate change conditions (Section 1)
Topic 2.1.1 (RIA) Low cost, lean solutions for enhancing irrigation efficiency of small-scale farms (Section 2)
2) Farming Systems
Topic 1.2.1-2020 Genetic conservation and animal feeds - Sub-topic A) Conservation and valorization of local Animal Genetic Resources (RIA) and Sub-topic B) Alternative animal feeds (IA) (Section 1)
Topic 2.2.1 (RIA) Re-design the agro-livelihood systems to ensure resilience (Section 2)
3) Agro-Food Value Chain
Topic 1.3.1-2020 (IA) Valorising the health benefits of the Traditional Mediterranean food products (Section 1)
Topic 2.3.1 (RIA) New optimization models of the agro food supply chain system to fair price for consumers and reasonable profit share for farmers (Section 2)
NEXUS Theme: trasversale alle 3 aree tematiche sopra citate. Azioni rivolte a una miglior conoscenza delle interazioni fra le politiche di diversi settori attraverso il concetto ‘Water-Ecosystem-Food-(WEF) Nexus, in modo da massimizzare gli aspetti economici, evitare impatti negativi sia ambientali che a livello di salute, prevedere analisi di strategie e trade-off con lo scopo di promuovere lo sviluppo e la gestione di acqua, terre e risorse ad esse correlate in modo coordinato (Section 1)

CE - ERA HDHL—Development of targeted nutrition for prevention of undernutrition for older adults (PREVNUT)
Scadenza: 7 Aprile ore 16.00 CET
L’ERA HDHL ha pubblicato la call dal titolo: "Development of targeted nutrition for prevention of undernutrition for older adults (PREVNUT)", che si inserisce nell'iniziativa della programmazione congiunta "Healthy Diet for a Healthy Life" (JPI HDHL) volta ad indagare sull’attuale alto numero di malattie dovute a regimi alimentari e stili di vita sbagliati. Scopo del bando è sostenere progetti di ricerca transnazionali e collaborativi sul tema della prevenzione della malnutrizione nei cittadini europei anziani attraverso il consumo di alimenti nutrienti adeguati e sani.

CE - AquaticPollutants 2020 Joint Transnational Call
Scadenza:
16 aprile 2020 (pre-proposte); 14 agosto 2020 (full proposte)
E’ stata pubblicata la call transnazionale congiunta tra JPI Water, JPI Oceans, JPI AMR e 26 Peasi, ERA-NET Cofund AquaticPollutants, dedicata al tema "Risks posed to human health and the environment by pollutants and pathogens present in water resources", inserita nel tema "Greening the economy in line with the Sustainable Development Goals (SDGs)", con l'obiettivo di rafforzare lo Spazio Europeo della Ricerca nel campo degli ecosistemi acquatici.
Il bando supporterà progetti di ricerca e innovazione che metteranno in atto approcci integrati e multisettoriali per la gestione di rischi, combinando le aree di ricerca relative ai "Contaminanti di preoccupazione emergente" (CECs), ai patogeni e alla resistenza antimicrobica.
Le proposte dovranno inserirsi in almeno una delle temetiche: Theme 1 – Measuring - Environmental behaviour of contaminants of emerging concern (CECs), pathogens and antimicrobial resistant bacteria in aquatic ecosystems; Theme 2 – Evaluating - Risk Assessment  and  Management  of contaminants  of  emerging  concern  (CECs), pathogens and antimicrobial resistant bacteria from aquatic ecosystems (inland, coastal and marine) to human health and environment; Theme 3 – Taking Actions - Strategies to reduce contaminants of emerging concern (CECs), pathogens and antimicrobial resistant bacteria in aquatic ecosystems (inland, coastal and marine)

CE – Union Civil Protection Mechanism (UCPM) - Full scale exercises

Scadenza: 14 maggio 2020 ore 17.00 CET
Il Direttorato Generale per la Protezione Civile Europea e le Operazioni di Aiuto Umanitario (DG ECHO) ha pubblicato il bando Union Civil Protection Mechanism full-scale exercises (UCPM), volto al rafforzamento della cooperazione tra gli Stati membri e il coordinamento nel campo della protezione civile al fine di migliorare l'efficacia dei sistemi di prevenzione, preparazione e risposta alle catastrofi, fornendo un ambiente di prova e un'opportunità di apprendimento per tutti gli attori coinvolti negli interventi di assistenza di protezione civile: un’esercitazione su vasta scala. I progetti di exercise dovranno quindi a progettare, pianificare, preparare, attuare, condurre e autovalutare diverse attività di protezione civile, compresa un’esercitazione su vasta scala in uno scenario multinazionale come evento principale del progetto.

BANDI IN SCADENZA


CE –ERA-NET Urban Accessibility and Connectivity (ENUAC)
Scadenza presentazione pre-proposte: 17 marzo 2020, ore 13.00 CET
È stato pubblicato il primo bando nell’ambito dell’EN-UAC "Urban Accessibility and Connectivity", azione di coordinamento finanziata dalla Commissione Europea mediante il programma congiunto JPI Urban Europe. L'EN-UAC, costituita da 22 organizzazioni di 16 paesi europei, finanzia progetti di ricerca ed innovazione, al fine di attuare azioni congiunte nel settore della mobilità urbana, dell'accessibilità e della connettività. Le proposte di progetto presentate dovranno focalizzarsi sulle seguenti sfide:

  • Sfida 1: Evoluzione delle soluzioni per un approccio integrato alla mobilità fisica e ai trasporti urbani sostenibili, all'uso del territorio e alla connettività digitale.
  • Sfida 2: Sviluppare e sostenere l'attuazione di sistemi e servizi di mobilità innovativi che possano contribuire alla mobilità urbana sostenibile.
  • Sfida 3: Trasformare e riorganizzare gli spazi urbani per preparare il terreno per una mobilità urbana sostenibile e l'accessibilità a livello locale, dalla scala stradale al quartiere.
  • Sfida 4: Sviluppare opzioni politiche efficaci per realizzare un passaggio verso l'accessibilità e la connettività urbana sostenibile.
  • Sfida 5: Cambiamento dei comportamenti e delle prospettive verso l'accessibilità e la connettività urbana sostenibile

Budget disponibile e ente finanziatore: Il budget totale allocato dagli enti aderenti al programma è indicativamente di 22,5 milioni di euro incluso il contributo messo a disposizione dalla Commissione Europea. Per l’Italia l’iniziativa sarà finanziata dal Ministero dell’Università e della Ricerca (Mur) che mette a disposizione un budget di 600.000 euro, il contributo massimo per progetto richiedibile è 200.000 Euro indipendentemente dal numero di partner italiani coinvolti. La lista completa dei paesi finanziatori e dei relativi enti è riportata nel testo del bando.

CE – FCH JU – 2 - Impresa Comune “Idrogeno e Celle a combustibile”
Scadenza: 21 Aprile 2020
L’Impresa Comune “Idrogeno e Celle a combustibile 2” è un partenariato pubblico-privato finalizzato al finanziamento di progetti di ricerca volti ad accelerare l’introduzione sul mercato di tecnologie pulite ed efficienti nei settori dell’energia e dei trasporti. FCH JU 2 è parte integrante di Horizon 2020 e ne segue le regole e le modalità di partecipazione.
Per il bando 2020 il budget indicativo totale stanziato è di 93 milioni di euro.

CE – EACEA – EUROPE FOR CITIZENS 2020 - Società Civile
Scadenze: 1 Settembre 2020
Nell’ambito del Programma Europeo EUROPE FOR CITIZENS, finanziato dalla EACEA (cfr. EACEA-52/2019), sono aperte le call relative a Memoria Europea e a Società Civile.
La misura Società Civile supporta azioni promosse da partnership internazionali e reti con lo scopo di coinvolgere direttamente i cittadini nel processo di policy making, stimolando e organizzando la riflessione, il dibattito e le attività relative alle priorità multiannuali del Programma, al fine di proporre soluzioni concrete che possano essere attuate attraverso una stabile cooperazione internazionale a livello europeo.
Il contributo è calcolato sulla base di un sistema di finanziamento forfetario. Gli stessi parametri sono validi per tutti i paesi partecipanti.

EVENTI


Webinar sulla proprietà intellettuale nei progetti di Horizon 2020: "IP in EU-funded Projects/Horizon 2020" - 25 marzo 2020
Il 25 marzo 2020 si terrà un webinar su "IP in EU-funded Projects/Horizon 2020" organizzati dall'European IP Helpdesk, volto a fornire indicazioni su come affrontare le questioni relative alla proprietà intellettuale e imparare a gestire gli errori comuni e le sfide in materia IP nelle iniziative di ricerca e innovazione finanziate a livello europeo (FP7/Horizon 2020). Per partecipare è richiesta la registrazione.

Webinar sui "Consortium Agreements" in Horizon 2020 - 8 aprile 2020
L'8 aprile 2020 si terrà un webinar sui "Consortium Agreements" organizzati dall'European IP Helpdesk. Il webinar presenterà le modalità di preparazione e i contenuti dei Consortium Agreement nei progetti Horizon 2020, con un focus sulle disposizioni riguardanti la proprietà intellettuale. Per partecipare è necessario registrarsi.

Ricerca, innovazione e società. Dalla ricerca di base, le basi per l’innovazione”- Pisa, 16 aprile 2020
Preannuncio della giornata che si terrà il 16 aprile 2020 a Pisa. Obiettivo specifico della giornata sarà quello di discutere del ruolo della ricerca fondamentale, non solo come strumento di generazione della conoscenza, ma anche come base su cui far nascere la ricerca applicata, l’innovazione e l’impatto economico e sociale. Parteciperanno rappresentanti del Ministero dell’Università e della Ricerca, del Parlamento Europeo e altre personalità europee e nazionali di rilievo. Maggiori dettagli e registrazioni saranno disponibili a breve sul sito di APRE.

APPROFONDIMENTI


News H2020 in materia GREEN DEAL

APPUNTAMENTO CON L’OPEN SCIENCE


Analisi costi-benefici dei dati della ricerca FAIR
La Commissione europea ha pubblicato due rapporti basati sullo studio "Analisi costi-benefici dei dati della ricerca FAIR", condotto per la Commissione da PricewaterhouseCoopers.
Il rapporto  Cost of not having FAIR research data utilizzando una metodologia quantitativa e ipotesi molto conservative, mostra che il costo del non attuare una ricerca FAIR per l'UE è di 10,2 miliardi di euro all'anno, in aumento nel corso degli anni. Tale costo è stato stimato prendendo in considerazione 5 indicatori quantitativi: time spent, cost of storage, licence costs, research retraction and double funding.
Il report Policy recommendations fornisce prove ai decisori per la creazione di azioni a breve e lungo termine pertinenti all'attuazione pratica dei principi FAIR. Nel report sono riportate 36 raccomandazioni politiche per finanziamenti e modelli di business convenienti per rendere sostenibile il modello di dati FAIR.
Le relazioni sono rivolte principalmente ai responsabili politici e alle organizzazioni di finanziamento della ricerca che hanno già iniziato a investire nell'attuazione dei principi FAIR. Le linee guida fornite in essi garantiranno il finanziamento sostenibile dell'implementazione del modello FAIR nel contesto dell'European Open Science Cloud.